Storia del Tappeto Persiano

Il tappeto persiano ha una storia millenaria, ma è dal XIX secolo che la Persia vede l'espansione e la fioritura dell'industria tessile, particolar­mente nelle aree urbane, dove si registrò un autentico boom produttivo. A promuovere la produzione dei tappeti fu in prima istanza la borghesia rurale persiana, proprietaria sia delle greggi che producevano la lana necessaria all'annodatura, sia dei fondi agricoli in cui reperire la manodopera specializzata.

I latifondisti locali, abituati da decenni a investire nell'industria tessile per il proprio consumo, intuirono le potenzialità della produzione dei tappeti e incominciarono a investire i loro capitali nella razionalizzazione e organizzazione di una produzione destinata all'esportazione. Ini­ziative analoghe furono assunte dalle imprese mercantili persiane, che trovavano nella nuova borghesia locale un ideale sbocco per i propri prodotti.

Fin dall'inizio del secolo la raffinatezza e il conseguente successo dei tappeti persiani iniziarono a richiamare verso le città manifatturiere an­che le più note compagnie commerciali estere dell'epoca, quelle legate al mercato degli Stati Uniti e quelle inglesi, tedesche e svizzere, che aprirono sedi in tutte le principali città della Persia. La loro incessante richiesta di esemplari destinati all'esportazione costituì un nuovo incentivo per la produzione tessile, che, tra la metà dell'Ottocento e la metà del Novecento, si sviluppò enormemente.

La produzione si concentrò nelle città in cui funzionavano grandi manifatture e atelier che venivano organizzati dalle compagnie mercantili, e da qui si diffuse nelle campagne, dove era reperibile manodopera poco costosa, specialmente femminile.



1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva >>
While, guys used to maintain pocket watches. The traditional design of replica watches sale timepieces that we see and wear today were brought by Louis Cartier. Examples of such replica watches include "gondola" created by Patek Philippe and "Tank" released by Louis Cartier. Amongst the numerous names in the breitling replica sale market was one of Audemars Piguet and Vacheron Constanin. These rolex replica sale were capable to keep track of lunar phases, months and days. But there is no need for you to lower your sight, as there is a more than feasible solution to this conundrum. fake watches are the best alternative for those who do not have filled pockets, but still wish to look elegant and extravagant. People not used to wearing fake rolex sale may raise some eye brows, but after setting their eyes on one of these fine pieces, they will certainly join a vast majority which prefers designer replica watches to original and expensive ones.